statistiche siti

Your address will show here +12 34 56 78
Strutture di collegamento e appoggio

Parapetto di sicurezza

Il parapetto di sicurezza o anche detto balaustra è un elemento di protezione che serve ad evitare la caduta di persone o di oggetti da un balcone, una terrazza, dalle scale e da ogni luogo dove si presentino dislivelli tra diversi piani.

 

Esistono vari tipi di Parapetto di sicurezza;
1. di pietra naturale e artificiale

2.di muratura o di calcestruzzo armato

3.di metallo

4.di legno

 

Il Parapetto di sicurezza in pietra naturale e artificiale è costituita da elementi denominati balaustri aventi la forma di colonne poggianti su uno zoccolo e collegati in alto da un elemento orizzontale detto cimasa. Per la realizzazione di queste balaustre sono stati usati per tempo il marmo e la pietra e poi sostituiti da manufatti artificiali di cemento. Usare il cemento ha permesso di abbattere i costi di produzione in pietra, ma ha accorciato notevolmente la durata del prodotto. L'armatura, in acciaio, infatti, ha dilatazione termica differente rispetto al calcestruzzo che, venendo a contatto con l'umidità dell'aria, si ossida ed aumenta di volume, rompendo a pressione la balaustra. Questo fenomeno è ancora più evidente in prossimità del mare, ove l'elettrolisi aumenta considerevolmente per la presenza di sali.

Il Parapetto di sicurezza in muratura o in calcestruzzo armato è costituito da mattoni intonacati o lasciati a visti. Questi sono completati da una copertina, elemento superficiale destinato a proteggere dalla pioggia ed eventualmente da un corrimano.

I parapetti di calcestruzzo armato sono realizzati in continuità con la struttura della casa; sono lasciati con il getto a vista e a volte possono anche avere una funzione portante sotto forma di travi parapetto.

Queste due tipologie di parapetti possono essere traforati o pieni.

I parapetti pieni, semplici da costruire, devono essere integrati con dispositivi per fare fuoriuscire l'acqua piovana e nel caso di terrazzi con sistemi di impermeabilizzazione. Però limitano la vista verso l'esterno soprattutto per i portatori di handicap.

I parapetti traforati possono essere realizzati in due modi:

parapetti in mattoni ed elementi speciali di laterizio, disposti a formare un muretto traforato;

parapetti di pannelli traforati di calcestruzzo, prefabbricati in casseforme speciali.

Un tipo particolare di protezione può essere realizzato mediante fioriere per piante ornamentali completate da un corrimano.

Il Parapetto di sicurezza in metallo o ringhiera costituito da montanti metallici verticali che sorreggono elementi di chiusura, conclusi superiormente da un corrimano.

I montanti sono normalmente fissati in corrispondenza della sezione frontale del balcone, saldandoli all'armatura metallica.

A seconda della posizione che occupano, le ringhiere possono assumere conformazioni particolari.

I montanti alcune volte sono formati da elementi continui per tutta l'altezza dell'edificio che spesso assumono funzioni decorative.

Si possono trovare anche i parapetti misti, realizzati con parti piene e ringhiere o elementi vetrati.

Il Parapetto di sicurezza in legno e il suo utilizzo non è solo limitato agli edifici rustici: soprattutto nelle zone alpine sono la scelta primaria sia per l’interno che per l’esterno riprendendo in parte i disegni delle balaustrate in pietra.

Il Parapetto di sicurezza in legno e il suo utilizzo non è solo limitato agli edifici rustici: soprattutto nelle zone alpine sono la scelta primaria sia per l’interno che per l’esterno riprendendo in parte i disegni delle balaustrate in pietra.

La normativa italiana prevede che i Parapetti di sicurezza debbano rispettare determinate caratteristiche:
Altezza: i parapetti devono essere alti almeno 1 metro dal pavimento - sicurezza di lavoro (d. lgs. 81/08 - all. IV p.to 1.7.2.1.2) - superamento barriere architettoniche (D.M. 14/06/1989 N. 236)
Sporgenze sulla parte interna: non devono presentare nella parte interna sporgenze situate ad un'altezza dal pavimento tale da favorire l'appoggio del piede e lo scavalcamento da parte dei bambini.
Dimensione massima dei vuoti: deve essere fissato in modo da impedire il passaggio di oggetti; non devono lasciar passare una sfera di 10 cm di diametro - superamento barriere architettoniche  (D.M. 14/06/1989 n. 236) solo per gli spazi pubblici.
Resistenza alla spinta orizzontale: i parapetti devono essere in grado di resistere ad una spinta orizzontale secondo D.M. 14/01/2008 applicata alla quota del bordo superiore.
Parapetti in acciaio: certificati secondo UNI EN 1090 

 

Per una maggiore sicurezza, il parapetto, può essere rivestito con delle protezioni antitrauma  soprattutto in luoghi dove è prevista attività motoria e sportiva (palazzetti, palestre), attività ludica (asili, scuole, parco giochi) o attività riabilitativa (istituti di cura, case di riposo, ospedali).